Apprendimento

Quali sono i disturbi specifici dell’apprendimento?

Con il nome di DSA vengono indicati i quattro principali disturbi specifici dell’apprendimento:

DISORTOGRAFIE
Sono le difficoltà relative al processo di scrittura nei suoi aspetti di ortografia e stesura di un testo

DISLESSIE
Sono le difficoltà relative al processo di lettura nei suoi aspetti di rapidità, correttezza e comprensione del testo

DISCALCULIE
Sono le difficoltà relative all’area del numero e a quella del calcolo

DISGRAFIE
Sono le difficoltà relative al processo di scrittura nel suo aspetto grafico e calligrafico

Quale proposta per i disturbi dell’apprendimento?

UN APPROCCIO INTEGRATO MULTIDISCIPLINARE

L’area degli apprendimenti è molto complessa. Comincia con lo sviluppo dei prerequisiti alla scuola materna e possiamo dire che non si completa mai in quanto il processo di apprendimento dura tutta la vita.
Data la grande diversità che incontriamo nei disturbi dell’apprendimento, riteniamo importante calibrare il progetto sulla base di un’attenta valutazione delle competenze e delle fragilità dei bambini e dei ragazzi e con il coinvolgimento delle figure più specializzate per ogni aspetto che vogliamo trattare.
Per questo, alla logopedista e alla Neurpsichiatra, affianchiamo con diverse formule la Neuropsicomotricista, l’Educatrice professionale, la Psicologa e il tutor domiciliare.

Con un approccio integrato e con step pianificati insieme alla famiglia si decide quando intervenire e quale peso dare alle diverse figure professionali.

NEUROPSICHIATRA

con un’attenta analisi definisce la storia clinica e la diagnosi

EDUCATRICE PROFESSIONALE

favorisce lo sviluppo delle migliori strategie per uno studio autonomo

LOGOPEDISTA

approccia i disturbi relativi alle aree della lettura, scrittura e del calcolo

NEUROPSICOMOTRICISTA

affronta gli aspetti motori come i disturbi della grafia

PSICOLOGA

supporta nella costruzione di un’identità armonica e di una buona autostima

TUTOR DIDATTICO

trasferisce e consolida le strategie apprese a casa

Cos‘è l’educazione allo studio?

E’ un servizio che l’educatrice professionale svolge all’interno del centro in affiancamento al lavoro della logopedista o in autonomia da esso sulla base della preventiva valutazione effettuata dall’èquipe.
L’obiettivo di questo servizio è quello di fornire ai bambini, ai ragazzi e alle loro famiglie un supporto specifico nell’impostazione e stabilizzazione delle migliori strategie di studio individuate dall’équipe sulla base del profilo evolutivo evidenziato. Assieme alle altre figure professionali, l’educatrice facilita l’utilizzo degli strumenti compensativi e dispensativi insegnando al bambino e al ragazzo il corretto utilizzo e occupandosi dell’inserimento degli strumenti in ambito familiare e scolastico.

educazione allo studio

scopri anche tu tutti i nostri servizi

I disturbi trattati nel centro per l’area apprendimento

  • D.S.A. Disturbi specifici dell’apprendimento

    (Dislessia, Disortografia, Disgrafia, Discalculia)

  • Disturbi dell’attenzione

    (Deficit di attenzione e iperattività,  ADHD)

  • Disturbi e disarmonie dello sviluppo cognitivo

    (Sindromi genetiche, Ritardo Cognitivo)

  • Genitorialità

    (Sostegno alla genitorialità e alla funzione educativa, facilitazione della comunicazione, riorganizzazione delle relazioni familiari, in vista o in seguito alla separazione)

  • Difficoltà emotive, relazionali, di socializzazione e di autostima

    (Primarie e secondarie ad altre difficoltà dello sviluppo)

Il ruolo della visione nei disturbi dell’apprendimento

L’importanza di una valutazione dell’occhio non solo in termini di acuità visiva (oculista), ma anche in termini di funzionalità oculare è fondamentale in tutti quei casi in cui si ipotizza un disturbo dell’apprendimento della letto-scrittura.

Sarebbe buona norma svolgere una visita preventiva già prima dell’ingresso alla scuola Elementare per assicurarsi che aspetti importantissimi come la convergenza, la fissazione, l’inseguimento e i movimenti saccadici siano funzionali ed efficaci.

Le classiche attività che un bambino svolge in una qualsiasi mattinata scolastica coinvolgono infatti questi aspetti della motricità oculare e quando sono presenti difficoltà non correttamente individuate, è possibile che un bambino cominci il proprio percorso di scolarizzazione con grande fatica e sviluppi degli atteggiamenti compensativi spesso disadattivi.

Laboratori di Sviluppo

La nostra proposta per i disturbi dell’apprendimento

prima partenza e via-minPRIMA, PARTENZA…e VIA!

Laboratorio per la preparazione alla Prima Elementare per il potenziamento dei prerequisiti della lettura, della scrittura e del calcolo. E’ rivolto ai bambini di Ultimo anno di Materna di età compresa tra i 4,5 anni e i 6 in un gruppo di 6-8 bambini. Giorni 2016/2017 in fase di definizione.

detective-fronte-ok-(1)ELEMENTARI WATSON! DETECTIVE IN AZIONE

Laboratorio per la prevenzione delle difficoltà di apprendimento e per il potenziamento delle abilità cognitive coinvolte nella prima scolarizzazione. E’ rivolto ai bambini e alle bambine delle classi I, II, III Elementare in un gruppo di 6-8 bambini. Giorni 2016/2017 in fase di definizione.

Apprendimento2POTENZIALMente

Laboratorio per il potenziamento delle abilità cognitive e metacognitive coinvolte nelle abilità di lettura, scrittura, calcolo, studio ed esposizione orale. E’ rivolto ai bambini e alle bambine delle classi III, IV, V Elementare in un gruppo di 6-8 bambini. Giorni 2016/2017 in fase di definizione.

@ Copyright Centro di Logopedia e Neuropsicologia dell’Età Evolutiva “Comunicazione In Movimento” - Il sito è stato rinnovato del team del Centro Comunicazione In Movimento. Foto di: Marketing Planner Marketing Planner